3 SETTIMANE DETOX

Tre settimane per ritrovare un nuovo benessere, per depurare il corpo da tutti quegli alimenti che mangiamo troppo spesso, abusandone! Risultato? Ci sentiamo gonfie, piene di ritenzione e stanche.

Sentite anche voi il bisogno di fare una “depurazione”?

Io lo avverto moltissimo dopo le festività oppure quando passo periodi tanto stressanti che mi inducono a mangiare più del dovuto. Capita a tutti! Viviamo una vita così intensa e carica di impegni (lavorativi e famigliari) da non trovare sempre il tempo di mangiare bene. Dopo un periodo così mi ritrovo con la sensazione di essere intasata e le gambe mi avvertono chiaramente: gonfiore e ritenzione idrica si fanno vedere!

Non considerate queste tre settimane come una dieta. Ricordatevi che solo un medico dietologo può prescrivervi un regime alimentare specifico e personalizzato. Non esiste una dieta standard, ogni persona ha esigenze differenti.

Io parlo sempre di “stile di vita”, perché ahimé le diete temporanee sono sempre destinate a fallire. Diffidate da chi vi promette cali importanti di peso in breve tempo. Cambiate il vostro pensiero: modificando lo stile di vita (senza termine temporale) troverete il vostro peso forma.

Se mangiate bene potete anche concedervi uno sfizio o due il fine settimana, il corpo sarà in grado di “ammortizzare” il fuori programma (non durante il detox, dopo mi raccomando!!). Mangiare sano non significa alimentarsi in modo triste e con restrizioni. Ne giova corpo, mente e spirito!

Veniamo a noi. In cosa consistono queste 3 settimane detox? In primis nell’eliminare i cibi di cui abusiamo giornalmente. Colpa del poco tempo, dello stress lavorativo, dei mille impegni quotidiani, mangiamo spesso male e non consideriamo gli effetti a lungo termine sul nostro corpo.

ALIMENTI VIETATI

  • Cereali contenenti glutine. In questa fase detox di 3 settimane sono quindi eliminati anche quelli integrali. Quelli raffinati, invece, non dovreste assumerli mai, è veramente cibo spazzatura! Purtroppo ne abusiamo. A parte il fatto che i cereali non sono più genuini come un tempo, fate caso a quanti ne mangiate giornalmente. Dalla colazione fino alla cena. Ricordate il mio post “Glutine si o glutine no” ? Rileggetelo, contiene utili informazioni.
  • Zuccheri. Nella cura detox sono consentiti solo gli zuccheri contenuti naturalmente nella frutta. Al termine del detox vi prego di non utilizzare zuccheri artificiali ma solo naturali. Per maggiori informazioni potete rileggere i miei post “Zuccheri chimici da evitare” e “Quale zucchero scegliere?”
  • Caffè (è consentito 1 solo caffè al giorno se riuscite a berlo senza zucchero, altrimenti evitatelo)
  • Alcool
  • Fumo
  • Bevande gassate (anche acqua frizzante) e soprattutto zuccherate
  • Thè pronto in bottiglia contenente zucchero
  • Succhi di frutta già confezionati
  • Carni rosse, salumi e affettati di ogni genere
  • Uova
  • Formaggi stagionati
  • Latticini vaccini
  • Qualsiasi tipo di dolce da forno perché contiene glutine, zucchero e lievito. Si includono anche pizze, focacce, pane, pasta, etc
  • Tutti i preparati industriali in genere. Partiamo sempre dalla materia prima. Piatti semplici, fatti in casa.
  • Tutto quello che non viene indicato tra gli alimenti consentiti.

ALIMENTI CONSENTITI

  • Cereali senza glutine: QUINOA, MIGLIO, GRANO SARACENO, RISO, AMARANTO, MAIS. Per maggiori informazioni leggete il post “Quinoa & Co. Cereali integrali e gluten free”. Consiglio per gli acquisti: se prendete la pasta senza glutine, prendete la marca RUMMO. E’ l’unica che non scuoce, resta compatta e al dente, le altre le trovo tutte terribili!!
  • Frutta con moderazione (1 o due frutti al giorno, a colazione o lontano dai pasti come spuntino)
  • Verdure a volontà, soprattutto verdi, molto alcalinizzanti
  • Alghe
  • Legumi
  • Semi oleosi (semi di sesamo, di canapa, di chia, di lino, girasole, zucca)
  • Frutta secca (mettetela a bagno in acqua per qualche ora, in modo che sia più digeribile)
  • Latte di mandorle, latte di riso, latte di cocco, latte di quinoa
  • Cioccolato crudo con molta moderazione e non tutti i giorni (deve essere proprio un “premio”, un pezzettino)
  • Olio extra vergine di oliva e oli vegetali spremuti a freddo (di canapa, di semi di lino, semi di zucca, di cocco)
  • Thè verde, thè rosso, tisane
  • Miso
  • Spezie
  • Erbe aromatiche
  • Sale (con parsimonia, utilizzate molto le erbe aromatiche)
  • Aceto di mele non pastorizzato (1 cucchiaio al giorno)
  • Latticini freschi di capra con moderazione (se siete vegetariani utilizzate questi, non quelli vaccini)
  • Carne bianca (pollo, coniglio) e pesce (ad esclusione di cozze, vongole e crostacei), se siete onnivori
  • Acqua Naturale (almeno 1,5 lt – 2,0 lt al giorno). Bere acqua è fondamentale. L’acqua è l’unico solvente in grado di trasportare le tossine e gli acidi fuori dal nostro corpo. Rileggete i post “Acqua fonte di vita e di salute” e “Quale acqua bere?”

 

UN AIUTO IN PIU’

Mangiando in modo più sano il corpo necessita di sostegno per eliminare tossine e acidi metabolici. Aiutiamolo! Come fare?

Da assumere per via interna:

  • Erba di grano, ricco di clorofilla e ricco di preziose proprietà. Se non avete ancora letto il post vi lascio il link: “Erba di grano: un tesoro prezioso
  • Granulato basico Michael Droste-Laux: é un alimento che si compone in totale di 60 ingredienti. I minerali contenuti in forma vegetale, micronutrienti e vitamine vengono assorbiti in maniera eccellente dall’organismo. E’ un potente antiossidante che stimola la rigenerazione e il rinnovo cellulare di pelle e capelli. Un vero portento! Io lo prendo da Embio;
  • Omega 3 e Omega 6 (contenuti ad esempio nell’olio di canapa spremuto a freddo, da conservare in frigorifero. Io lo prendo qui)
  • Basenpulver (chiedi al tuo farmacista di fiducia). E’ una miscela contenente i 4 minerali necessari al mantenimento del corretto equilibrio acido-base (sodio, calcio, potassio e magnesio). Io ne prendo un cucchiaino la sera sciolto in un bel bicchiere di acqua, prima di andare a dormire
  • Oligoelemento Potassio. Tenete a mente queste parole: “Sodio = acqua fuori dalle cellule, potassio = acqua dentro le cellule”. E’ chiaro che una carenza di potassio e un surplus di sodio porta ad avere ritenzione di liquidi.Il potassio elimina i liquidi in eccesso. Questo minerale agisce stimolando i reni e favorendo l’eliminazione delle tossine e dei liquidi attraverso le urine. È sempre stimolando la diuresi che il potassio vi libera dal sodio, con effetti benefici non soltanto sulla ritenzione di liquidi ma anche sulla pressione sanguigna e sulla circolazione più in generale. Una quota di potassio viene eliminata anche attraverso la sudorazione: è per questo che in estate o quando le temperature salgono ne serve di più.Potete associare 1 fiala di oligoelemento Potassio ad 1 fiala di Magnesio, lavorano in modo sinergico per ritrovare il giusto equilibrio. Ottimo anche l’integratore VitaVit di Specchiasol (contiene magnesio e potassio). Se prendete il Basenpulver non vi serve, contiene già questi minerali
  • Fermenti lattici (posso consigliarvi i prodotti della Bromatech, sono ottimi. Chiedete al vostro farmacista di fiducia)

Per la cura esterna del vostro corpo:

  • Fate uno scrub iniziale su tutto il corpo per eliminare cellule morte. Non mettete prodotti chimici sulla vostra pelle. Ricordate il mio post Sai cosa ti spalmi? Potete prepararlo voi in casa utilizzando sale oppure zucchero ed olio di mandorle
  • Bagni basici completi della durata di almeno un’ora (da fare 2 – 3 volte a settimana). Io uso il sale basico Michael Droste-Laux, è meraviglioso! Cliccate qui per maggiori info
  • Pediluvi basici giornalieri (della durata di almeno 40 minuti), sempre utilizzando il sale basico di cui sopra. Mai fatti? Leggete il post “Pediluvio rigenerante
  • Idratate la pelle con olio di mandorle dolci o altri oli naturali vettori arricchiti con oli essenziali

Per l’attività sportiva:

  • Fate delle belle camminate a passo sostenuto per almeno 40 minuti al giorno
  • Se siete ginoidi (come me), ovvero tendete ad avere le gambe gonfie con accumulo di liquidi NON correte! Contribuite solo a peggiorare il problema! Dovete stimolare il microcircolo senza ricorrere ad attività traumatiche per le vostre gambe! Meglio optare per lo yoga o il pilates, che allungano i muscoli e danno una piacevole sensazione di tonificazione e benessere

Piante e minerali utili per drenare i liquidi:

  • Tintura Madre di Pilosella: svolge un’azione fortemente diuretica che aiuta l’eliminazione delle tossine attraverso i reni ed il lavaggio delle vie urinarie. Viene consigliata come rimedio naturale in caso di ritenzione idrica ed edemi, cellulite, sovrappeso, infiammazioni alle vie urinarie.
  • Tintura Madre di Centella Asiatica: utile per prevenire e trattare l’insufficienza venosa dalla quale derivano il gonfiore e la pesantezza alle gambe e alle caviglie, ma anche il dolore alle vene, i crampi notturni e le emorroidi.
  • Linfa di Betulla: favorisce il drenaggio dei fluidi corporei e riduce gonfiori ed edemi. Utile per combattere ritenzione idrica e cellulite. Basta berne un bicchiere al giorno prima di colazione per 3 settimane per osservare una riduzione del grasso corporeo, della ritenzione e quindi un miglioramento della cellulite, pelle e capelli più sani e luminosi

Iniziamo?

Vi consiglio una cosa: pesatevi il giorno “1” e non pesatevi più fino al giorno “21”. Con un metro da sarta prendete la misura del girovita all’altezza dell’ombelico, dei fianchi all’altezza delle creste iliache, delle cosce appena sotto l’inguine, delle ginocchia e delle caviglie. Fatelo il giorno “1” e prendete nuovamente le misure il giorno “21”. La prima volta che ho fatto la depurazione da glutine e zuccheri sono rimasta sorpresa di quanto mi sia asciugata!

Se vi state chiedendo come mangiare o come abbinare i vari alimenti vi lascio le linee guida da seguire: “Come iniziare un cambiamento dietetico“.

Per le quantità regolatevi secondo vostro appetito. Non esagerate. Dovreste alzarvi da tavola sentendovi leggeri, non appesantiti.

Come solito pubblicherò le foto dei miei piatti, in modo da darvi spunti nuovi per le vostre ricette quotidiane.

Pronti … via! Fatemi sapere dopo i 21 giorni come vi sentite! Vietato mangiare gli alimenti proibiti durante il detox, neppure 1 volta! Dovete fare i bravi, anzi … i bravissimi! Ce la fate per 3 settimane?

Al 22° giorno iniziate ad inserire gradualmente i cereali con glutine (mi raccomando, integrali!) e gli zuccheri naturali (senza abusarne!). Vi garantisco che il vostro palato si sarà abituato a mangiare meglio e non sarete più propensi a scegliere alimenti lavorati, ricchi di sale e zuccheri.

Leggete anche il mio articolo: Donne e Cellulite
Ho bisogno di voi per arricchire di informazioni utili a tutti il mio post: avete una routine, degli integratori, degli esercizi che vi aiutano a stare bene e pieni di energia? Commentate qui sotto e lasciatemi i vostri utili spunti!
Vi aspetto su Instagram con l’hashtag #3settimanedetox
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi canali social:
Premi INVIO per cercare o ESC per annullare