ZUCCHERI CHIMICI DA EVITARE!

zuccherobianco
Parliamo di prodotti chimici da evitare, da non ingerire. Impariamo a leggere bene le etichette. In primo luogo evitiamo di acquistare prodotti che contengano Aspartame (E951).

Cos’è l’aspartame?

E’ un dolcificante di sintesi chimica ampiamente utilizzato dall’industria alimentare. Viene messo in bevande, prodotti dolciari, caramelle, cicche, sciroppi per la tosse e antibiotici per i bambini. E’ un veleno. E’ costituito di tre componenti: fenilalanina (50%), acido aspartico (40%) e dimetile per la restante parte. Quest’ultimo, una volta assorbito, si trasforma al di sopra dei 30 gradi in metanolo ligneo. Il metanolo si scompone in formaldeide (L’IARC – Agenzia Internazionale per la ricerca sul Cancro – sin dal 2004 ha inserito la formaldeide nelle sostanze considerate certamente cancerogene per la specie umana), in acido formico e in dichetopiperazina 5 (DKP), tutti responsabili dei tumori al cervello.

Quali sono gli effetti collaterali?

E’ impossibile citarli tutti, sono veramente molti i danni che l’aspartame può provocare al nostro corpo: mal di testa, disturbi digestivi, diarrea, meteorismo, insonnia, aumento di peso, iperattività, impossibilità a concentrarsi, problemi visivi e dell’udito, dolori articolari, crampi, fatica cronica, occhiaie, problemi cutanei, perdita di capelli, problemi di dentizione, vuoti di memoria, paranoia, crisi di panico, ossessioni, aggressività, demenza, convulsioni, distruzione del sistema immunitario. Può anche provocare una vera e propria intossicazione da metalli pesanti. L’aspartame rientra nella famiglia delle “eccitotossine” ovvero è in grado di eccitare i nostri neuroni fino a farli esplodere, danneggiando così i vari organi.

Perché viene usato nelle diete?

Ci hanno ingannato facendoci credere che non fa ingrassare. Al contrario! Consumare cibi che contengono questi dolcificanti sintetici aumentano la voglia di carboidrati. Il corpo non riesce a distinguere tra uno zucchero naturale e uno sintetico. I sensori dello stomaco attivano comunque l’assorbimento del glucosio. Assumere dolcificanti artificiali provoca un aumento dell’ insulina (con facile trasformazione dello zucchero in grasso) e una durata del picco insulinico molto più elevata del normale. Questo comporta una fame decisamente più spinta e un’ulteriore ricerca di zucchero nelle ore successive.

Facciamo molta attenzione quando acquistiamo i prodotti light e senza zucchero. Quasi sicuramente contengono aspartame. Ci sono poi altri dolcificanti chimici quali l’ Acesulfame (E950) e la Saccarina. Il dibattito è aperto e le informazioni sono contraddittorie. Datemi pure dell’esagerata ma io preferisco stare dalla parte degli zuccheri naturali, di cui vi ho parlato nel mio precedente post.

Controllate sempre le etichette, potete trovare scritto: Aspartame, E951, Acesulfame, E950, fonte di fenilalanina, Sucralosio, E955.

Siamo sinceri, se mangiamo in modo equilibrato e sano, non abbiamo bisogno di ricorrere a cibi “light” preconfezionati. Mangiamo semplice e genuino, affidiamoci alla frutta e a dolci casalinghi, mangiati con parsimonia, freschi e preparati con zuccheri naturali. Se mangiamo bene, non abbiamo necessità di acquistare prodotti dietetici!

Avete letto il mio post Partiamo sempre dalla materia prima ? Leggetelo e acquistate la guida agli additivi alimentari. Vi sarà utile per la vostra spesa!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi canali social:
Premi INVIO per cercare o ESC per annullare