RICETTA ANTISPRECO MAGIOZEROWASTE

Buttiamo via, sprechiamo troppo. Lo sapete che ben un terzo del cibo prodotto a livello mondiale finisce nella spazzatura? Pensate a quale danno arrechiamo al pianeta, al clima e a quante persone potremmo sfamare, mentre muoiono di fame ogni giorno.

Ci sono semplici cose che possiamo fare per ridurre al minimo, o addirittura azzerare, gli sprechi in cucina. Sono felicissima di partecipare al bellissimo progetto di Stella Bellomo #mangiozerowaste, per sensibilizzare il più possibile noi consumatori a fare scelte etiche e consapevoli.

Ho stilato una lista di semplici regole da seguire, che porteranno nuova consapevolezza e risparmio di tempo e soldi nell’economia domestica:

  1. Non andate a fare la spesa quando avete fame. In questo modo eviterete di mettere nel carrello troppe cose;
  2. Fate la lista della spesa. In questo modo avete già un’idea chiara di ciò che realmente vi occorre;
  3. Scegliete prodotti di stagione. Frutta e verdura “fuori stagione” costano di più e non sono adatti al nostro corpo in quel particolare momento. Ricordate che la Natura non fa nulla a caso. Di solito sono importate dall’estero, hanno percorso migliaia di chilometri: cerchiamo di acquistare prodotti italiani, il più possibile vicino a noi. L’ideale sarebbe contattare e scegliere piccoli coltivatori locali. Ne giova la vostra salute e anche il portafoglio!;
  4. Scegliete frutta e verdura non confezionata in contenitori di plastica. Acquistatela sfusa utilizzando sacchetti biodegradabili o in carta;
  5. Non comprate prodotti vicini alla scadenza che poi butterete perché non li consumerete in tempo;
  6. Non andate a fare la spesa prima di aver svuotato tutto il frigorifero. Cercate di utilizzare fino all’ultimo ingrediente prima di riempirlo nuovamente. In questo modo affinerete la vostra fantasia e inventerete soluzioni intelligenti per terminare tutte le scorte;

Come utilizzare gli avanzi/gli scarti?

Come mi ha insegnato la mia cara amica Cristina di Good Food Lab, tutti gli scarti alimentari possono avere una seconda vita:

  • Gli scarti della verdura (gambi, foglie, parti ammaccate, ecc) sono perfette per fare il brodo o un’ottima vellutata (come questa che vi propongo). Potete anche lessarle e preparare delle buonissime polpette di verdura da cuocere in forno;
  • Le bucce di arancia possono essere essiccate in forno a 50 gradi per circa 2 ore. Si possono poi utilizzare per infusi aggiungendo altre erbe e spezie. Oppure potete sbollentarle in acqua bollente e poi candirle;
  • Con gli scarti della centrifuga o dell’estrattore potete fare dei muffins o dei biscotti;
  • Con gli scarti del pesce potete preparare un fumetto di pesce da utilizzare per bagnare un risotto al sapore di mare;
  • Le foglie di ravanello sono ottime nella frittata. Sbollentatele e aggiungetele in cottura. Sono leggermente piccanti!
  • Le foglie di sedano sono perfette per preparare un estratto depurativo o per fare il pesto.

E i contenitori?

Date nuova vita ai barattoli di vetro. Sono utilissimi per conservare i cereali, la frutta secca, le spezie e i legumi. Pulite e riutilizzare i sacchetti gelo, potete usarli più volte prima di buttarli. Cercate di riciclare il più possibile!

Questa è la ricetta anti spreco che vi propongo:

Ricetta vegana Ricetta senza uova Ricetta senza lattosio Ricetta senza glutine

RICETTA ANTISPRECO MAGIOZEROWASTE
5 da 1 voto

VELLUTATA CON GLI SCARTI DELLA VERDURA

Preparazione5 min
Cottura20 min
Tempo totale25 min
Portata: Main Course
Cucina: Italiana
Porzioni: 2 porzioni

Ingredienti

  • scarti della verdura (gambi di finocchio, gambi e foglie di broccoli, foglie di sedano, cavolfiore, ecc)
  • 1 pz patata
  • 1 pz zenzero (largo circa 2 cm)
  • qb acqua naturale
  • qb sale fino
  • qb pepe nero
  • qb olio extra vergine di oliva
  • qb origano essiccato

potete aggiungere per servire:

  • 50 gr riso integrale lessato
  • qb curry

Istruzioni

  • Cuocete tutte le verdure (zenzero compreso) al vapore o in acqua. Quando sono morbide aggiungete sale, pepe, frullatele e aggiungete liquidi fino ad ottenere la consistenza di una morbida vellutata.
  • Saltate in padella il riso integrale già lessato con un filo di olio e il curry. 
  • Servite la vellutata accompagnata con il riso integrale e l'origano. 
Stampa ricetta


 

2 commenti
    • Claudia
      Claudia dice:

      Grazie a te Francesca! C’è sempre spazio di miglioramento, anche io ogni giorno mi applico per ridurre il più possibile!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *