ragù di lenticchie

ragù di lenticchie

Hai mai provato a fare il ragù di lenticchie? E’ una validissima alternativa al classico ragù ma tutta vegetale. Mette d’accordo tutti e piace sia ai grandi che ai bambini.

Ognuno ha il suo segreto in cucina e qui scrivo la mia personale ricetta.

Se lo fai diversamente lasciami un commento, sono curiosa di provare altre versioni!

ragù di lenticchie

RAGU' DI LENTICCHIE

Preparazione10 min
Cottura30 min
Portata: Main Course
Cucina: Italiana
Porzioni: 4

Ingredienti

  • 350 lenticchie già cotte al dente
  • 100 g passata di pomodoro
  • 2 cucchiai concentrato di pomodoro
  • 2 cucchiai olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 scalogno
  • mezza carota
  • mezzo gambo di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • qb acqua naturale
  • qb sale fino
  • qb pepe nero (facoltativo)

Istruzioni

  • Lava e cuoci le lenticchie da secche tenendole al dente.
  • Puoi utilizzare anche le lenticchie già pronte (in barattolo di vetro, non acquistare quelle nelle latte di alluminio).
  • Trita finemente l'aglio, lo scalogno, la carota e il sedano.
  • In pentola antiaderente aggiungi l'olio e rosola le verdure.
  • Appena senti il loro profumo aggiungi le lenticchie. Se vuoi, bagnale con poco vino bianco (facoltativo). Aggiungi poi il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua, il sale e il pepe.
  • Dopo aver girato bene aggiungi anche la passata di pomodoro, l'alloro e il rosmarino.
  • Cuoci per circa 20 - 30 minuti, fin tanto che il sugo non si sarà ben addensato.

Note

  • Puoi mangiarle servite su una fetta di pane integrale tostato
  • Puoi accompagnarle alla polenta
  • Puoi preparare le lasagne 
  • Puoi mangiarle insieme alla pasta
Stampa ricetta

Ricetta vegana Ricetta senza uova Ricetta senza lattosio Ricetta senza glutine

6 commenti
    • Claudia
      Claudia dice:

      Ciao Martina! Perchè purtroppo gli alimenti lo assorbono e l’alluminio è un metallo altamente tossico! Opta sempre per contenitori in vetro.

      Rispondi
      • Arianna
        Arianna dice:

        Ciao, scusami ma non sono assolutamente d’accordo e mi dispiace che tu sia queste informazioni sbagliate. Le lattine di alluminio vengono rivestite internamente con uno strato idoneo al contatto con il cibo.

        Rispondi
        • Claudia
          Claudia dice:

          Questo strato protettivo Arianna è comunque composto da sostanze chimiche. Hai la certezza che il cibo contenuto non le assorba? Dato che il nostro povero fegato deve fare già un lavoro enorme per smaltire tutto ciò con cui veniamo a contatto, preferisco utilizzare il vetro, assolutamente sicuro.

          Rispondi
          • Arianna
            Arianna dice:

            Non voglio convincerti, ma non mi piace questo approccio de “chimico” contrapposto al “naturale”. Perché noi non siamo chimica?!
            Ti consiglierei di guardare questo video interessante con degli spunti per approfondire il tema contaminazione da alluminio.
            Ciao https://youtu.be/bLuTqQ1Wgfs

          • Claudia
            Claudia dice:

            Certo Arianna, il nostro corpo è un laboratorio alchemico a tutti gli effetti. Gia’ è difficile avere un approccio naturale in una società che non lo è perciò preferisco utilizzare il vetro. Ognuno ovviamente è libero di scegliere ciò che ritiene meglio.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione della ricetta