IL CONCETTO DI “SALUTE”

bivio scelta alimentare

 

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”. (Ippocrate)

Salute del corpo vuol dire che le cellule, i tessuti, le ghiandole e gli organi sono liberi da scorie e che i depositi di sostanze minerali sono pieni. Depositi pieni vuol dire bellezza e benessere.

Secondo l’O.M.S. la salute è “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o infermità”.

L’attuale sistema è decisamente contrario a quanto sopra detto. In realtà tutto ci porta al saccheggiamento del nostro benessere fisico e mentale, negandoci i nostri anni di vita in salute, bellezza e vigore del corpo, dello spirito e dell’anima.

L’allungamento della vita media è oggi in realtà un’illusione: la maggior parte delle persone arrivano alla vecchiaia ammalate, piene di farmaci, doloranti: il 50% della loro sostanza è composto da scorie.

La nostra attuale vita è “acida”: stress, inquinamento, super lavoro, cibo spazzatura: non c’è più nulla di basico nelle nostre giornate.

Occorre nutrirsi con alimenti ricchi di sostanze minerali, sciogliere le scorie con infusi di erbe, bere acqua alcalina, eseguire regolarmente una cura del corpo basica, fare sport e stare all’aria aperta, a contatto con la Natura. Dobbiamo sempre cercare di eccedere nell’assunzione di sostanze minerali in grado di neutralizzare gli acidi. Un minor apporto significa che il corpo ricorrerà ai propri depositi per neutralizzarli.

Da dove derivano gli acidi?

  • Acido urico > consumo di carne e disgregazione cellulare;
  • Acido lattico > sforzo fisico;
  • Acido tannico > consumo di thè nero e caffè;
  • Nicotina > dal fumo;
  • Acido solforico > dalle ventosità trattenute e dal consumo di carne di maiale;
  • Acido acetilsalicilico > dal consumo di analgesici;
  • Acido acetico > dal consumo di grassi e dolci;
  • Acido ossalico > dal consumo di cacao, spinaci e rabarbaro;
  • Acido nitrico > dal consumo di carne salmistrata e da formaggi con aggiunta di calcio e sodio.

Tutti questi acidi devono essere neutralizzati dal corpo il più velocemente possibile. Per mezzo delle sostanze minerali vengono trasformati in “sali” (scorie). Avremo così ossalato di calcio, urato di calcio, solfato di calcio e così via.

Non apportare per mezzo della nostra alimentazione sostanze minerali significa depredare il nostro corpo delle proprie riserve: così il nostro organismo le preleverà dai denti, dalle ossa, dalle unghie, dalla pelle, dai capelli e così via. Sono sempre maggiori i nomi delle malattie ma vi è un’unica causa e quindi un’unica malattia: ACIDOSI.

La salute è quindi uno stato di benessere fisico ed energetico. Benessere fisico significa che i nostri depositi di sostanze minerali sono pieni e che il corpo viene rifornito giornalmente delle sostanze necessarie ai propri bisogni. Benessere energetico significa che i nostri chakra sono aperti per assorbire l’energia che deriva dal cosmo, dalla natura e da tutto ciò che ne fa parte. Questo determina un continuo afflusso di energia a favore delle nostre attività creative e culturali, della sessualità e del nostro comportamento in generale.

Peter Jentshura, nel suo libro “La salute attraverso l’eliminazione delle scorie” afferma che il problema è la mancanza di consapevolezza fin dalla tenera età: i media ci hanno programmato (forse sarebbe giusto usare il termine “manipolato”) ad accettare i “godimenti acidi” come stile di vita che rappresenta la massima felicità. In un mondo di godimento “basico” ritroveremo la pace, l’armonia, il piacere del silenzio, la pace, il rigore, la disciplina, la responsabilità e l’amore.

Dobbiamo iniziare un cambiamento perché nell’attuale mondo ci sono poche prospettive per un futuro di sopravvivenza.

“Dobbiamo essere grati ai cultori dell’Igiene Naturale ed ai Naturopati, se non si è persa la correlazione, ovvia anche per le persone di poca cultura, che intercorre tra buona e sana alimentazione e salute. E’ grazie alla loro tenacia nel promuovere l’alimentazione come semplice mezzo di prevenzione e recupero della salute che anche la medicina ufficiale ha dovuto arrendersi di fronte all’evidenza dei fatti e riconoscere il ruolo preventivo e terapeutico della sana alimentazione. Purtroppo il riconoscere una cosa non significa promuoverla, pertanto, spetta a tutti coloro che non hanno conflitti d’interesse con la malattia diffondere la cultura dell’alimentazione salutare.” (Rocco Palmisano, Alcalinizzatevi e Ionizzatevi).

Quali sono i cibi basici e quali i cibi acidi?

Dalla natura ricaviamo le sostanze primarie utili alla nostra salute. Vegetali verdi freschi, legumi, frutta, cereali integrali, semi oleosi e acqua naturale devono essere la base della nostra alimentazione.

Il corretto rapporto dovrebbe essere costituito da un 70% di alimenti basici e un 30% di alimenti acidi.

Sono acidificanti tutti gli alimenti provenienti dal mondo animale, carne, latticini e derivati, uova, farine bianche, prodotti industriali preconfezionati, additivi, conservanti, addensanti, zucchero bianco e dolcificanti chimici, succhi di frutta industriali, bevande gassate e zuccherate, thè in bottiglia, alcool, fumo, droghe, farmaci.

Provate a bilanciare l’apporto di cibi sani nella vostra alimentazione. Se introdurrete più alimenti sani inizierete a percepire un reale cambiamento nella vostra vita quotidiana. Avrete più energia, vi sentirete più leggeri non solo nel corpo ma anche nell’anima.

 

Fonti:

“Alcalinizzatevi e Ionizzatevi” – “La Salute attraverso l’eliminazione delle scorie”

 

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi canali social:
Premi INVIO per cercare o ESC per annullare