“DIETA”: UNA PAROLA DA DIMENTICARE

dieta

Non esiste una “dieta” che apporti benefici alla vostra salute. Ne abbiamo sentite troppe ormai, ne trovate su ogni giornale e di tutti i tipi. A mio avviso questa parola è fuorviante e pericolosa. La dieta dello yogurt, la dieta proteica, la dieta della crusca, la dieta dei 7 giorni…

Nella nostra testa indica un percorso a termine, un “sacrificio” che va perpetrato per un lasso di tempo necessario a farci calare di peso e poi interrotto. Proprio questo “stop” ripristinerà il nostro solito modo di nutrirci i chili ritorneranno con gli interessi. Non c’è dieta che vi riporti al vostro peso ideale.

Il cambiamento va fatto nella nostra testa, dobbiamo prendere coscienza dello stato delle cose e decidere per un diverso STILE DI VITA. Solo così otterremo e manterremo risultati importanti e duraturi. Non solo per fini estetici ma soprattutto per la nostra salute. Non si tratta di fare “rinunce”. Ci hanno abituati a nutrirci in modo acido, squilibrato, triste e veloce. Mangiare sano non è sinonimo di sacrificio. Se veramente capirete quanto la vostra salute ne gioverà, ogni pasto sarà una gioia e un carico di energia per il vostro organismo.

Ogni dieta che esclude completamente un gruppo alimentare provoca uno squilibrio nefasto per la salute: EQUILIBRIO, questa è la parola chiave.

Non vi è mai capitato di vedere qualcuno a dieta? Magari lo avete riscontrato su voi stessi: umore sotto le scarpe, tensione, nervosismo, il pensiero fisso sul cibo, sogni su ogni dolciume possibile e immaginabile.

Mangiare in modo sano, avere consapevolezza del corretto modo di nutrirci e sui risvolti che ha sul nostro organismo, ci permetterà di scegliere come mangiare, con gusto e senza rinunce.

Il “problema” che ho maggiormente riscontrato nel parlare con le persone intorno a me è il fatto di sentirsi “isolati” se si mangia in un determinato modo. Le affermazioni tipiche sono: “ma se esco con gli amici cosa mangio al ristorante?”, “Sabato sera devo andare al compleanno di amici, come posso non mangiare la torta?”

Io personalmente considero il week end libero. In settimana alimentazione ferrea e salutistica, sabato a domenica “free”: ciò significa che se esco a cena con amici e ho voglia di prendere un dolce, lo mangio e con gusto. I sensi di colpa, i sentimenti di “frustrazione” per aver ceduto alla tentazione sono deleteri per il corpo e fanno più male dell’aver mangiato il dessert.

La mia regola personale è: 5 giorni di rigore mangiando sano al 100% e il fine settimana di scarico. Questi due giorni di scelta libera rendono il percorso più leggero e libero da tensioni. Vi garantisco che, in poco tempo, non aspetterete più con ansia il week end per mangiare ciò che vorrete. Vi accorgerete di desiderare ciò che normalmente mangiate in settimana. . Avrete desiderio di un piccolo peccato di gola forse ma vi accorgerete di quanto starete bene in settimana, della forza, dell’energia e della vitalità che vi accompagneranno sempre! Pronti a partire? Dal prossimo post vi parlerò di pH e inizierò a raccontarvi la mia personale esperienza.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi canali social:
Premi INVIO per cercare o ESC per annullare