BARRETTE SNACK

Ogni percorso fatto negli ultimi 10 anni mi ha arricchita e portato nuove conoscenze. Sicuramente il corso professionale di Cucina Macromediterranea di La Grande Via tenuto dal Dottor Berrino è stato uno di questi.

Qui ho conosciuto ed iniziato ad utilizzare il malto. Lo conoscete?

Ve ne parlerò prestissimo in un post dedicato.

Oggi vi propongo queste buonissime barrette ricoperte di cioccolato fondente, una ricetta che ho imparato durante gli incontri a Milano al Joia Academy.

 

Ingredienti:

4 cucchiai di fiocchi di avena

4 cucchiai di quinoa soffiata

50 gr di farina di mandorle

200 gr di frutta disidratata a piacere (albicocche, fichi, uvetta, mirtilli, prugne, ecc)

2 manciate di nocciole, mandorle o noci

2 cucchiai di semi di sesamo

3 cucchiai di malto di riso o malto d’orzo

1 pizzico di sale

1 pizzico di cannella (facoltativo)

1 pizzico di zenzero in polvere (facoltativo)

200 gr di cioccolato fondente (minimo 70%)

 

Procedimento:

Se utilizzate albicocche, fichi o prugne tagliatele a piccoli pezzettini (non serve per uvetta o mirtilli).

In una ciotola unite i fiocchi di avena e la frutta disidratata. Bagnateli con mezzo bicchiere di acqua per farli ammorbidire.

Nel frattempo tagliate le nocciole a coltello grossolanamente,

Dopo 15 minuti scolate i fiocchi di avena e la frutta disidratata e strizzateli bene tra le mani. Metteteli in una ciotola e aggiungete le nocciole, la quinoa soffiata, il sesamo, la farina di mandorle, il sale, la cannella, lo zenzero ed il malto. Mescolate bene.

Rivestite una teglia con carta forno e adagiate sopra il composto. Distribuitelo bene e iniziate a livellarlo aiutandovi con un cucchiaio. Con un coltello lavorate i bordi per dare una forma il più regolare possibile. L’impasto deve essere alto circa 1-1,5 cm.

Infornate a 160 gradi ventilato per circa 25 minuti.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria.

Appena pronto, togliete la teglia dal forno e versate sopra il cioccolato fondente. Livellate con una spatola in silicone.

Mettete in frigorifero fino a quando il cioccolato non si sarà indurito.

Tagliate le vostre barrette e conservatele in frigorifero.

 

 

 

Be first to comment