CORSO PROFESSIONALE DI CUCINA MACROMEDITERRANEA

Lo scorso Dicembre ho terminato a Milano il Corso Professionale di Cucina “Macromediterranea” tenuto dalla Grande Via presso il Joia Academy.

Seguo il Dott. Berrino da tempo e, non appena sono venuta a conoscenza del corso, ho deciso di iscrivermi.

Sono state 8 giornate ricche di importanti insegnamenti, insieme alle cuoche della Grande Via (Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli) e ad importanti Chef che si sono alternati per insegnarci, mettendo in pratica, gustose e salutari ricette.

La Cucina “Macromediterranea” rivisita la Macrobiotica in chiave Mediterranea. E’ l’incontro tra la Cucina Mediterranea del nostro passato e la filosofia dell’estremo Oriente.

Non è uno stile alimentare ma una filosofia di vivere: rispettando la Natura, le sue stagioni, considerando gli effetti che un dato cibo produce sul nostro corpo. La stagionalità è un elemento fondamentale per creare l’armonia con l’ambiente. La salute è vista come un equilibrio energetico dinamico ed in continua trasformazione. La vita stessa è un movimento incessante al ritmo di due energie che si alternano tra loro: yin e yang (notte e giorno, buio e luce, femminile e maschile, inspirazione ed espirazione).

Cosa significa Macrobiotica?

Il nome deriva dal greco (macros=grande, bios=vita), significa quindi “grande vita” o “lunga vita”.

Si utilizzano i principi YIN e YANG nell’alimentazione e nello stile di vita. L’equilibrio tra le due energie porta al raggiungimento del benessere fisico, emotivo e spirituale.

Su cosa si basa questa alimentazione?

Principalmente su cereali integrali in chicco, verdure fresche di stagione, legumi, semi e frutta a guscio, frutta fresca, alghe, alimenti fermentati e dolci senza zucchero preparati in casa. Sono consentite piccole quantità di cibo animale (pesce da preferire a carne bianca, uova).

Sono da evitare: tutti i prodotti industriali confezionati e precotti, gli insaccati e la carne rossa, i prodotti da forno, i cereali e gli zuccheri raffinati. Sono tutti cibi morti!

La Macrobiotica porta nelle nostre tavole alimenti benefici (di origine orientale) come il tofu, i fermentati della soia (tamari, miso), alghe e amidi (kuzu), the bancha e kukicha.

Trovate la suddivisione degli elementi da estremo YIN ad estremo YANG a questo link: http://www.laviamacrobiotica.it/tabella-degli-alimenti-yin-yang/

Per farvi meglio capire:

  • I cibi YANG contengono più sodio, hanno sapore salato, poco dolce o piccante e più alto grado di alcalinità. Un’alimentazione molto yang può generare un effetto contraente su corpo e mente con il rischio di farci diventare troppo rigidi, intolleranti, chiusi, materiali, irascibili, aggressivi, egocentrici, incapaci di lasciar andare;
  • I cibi YIN contengono più potassio, hanno sapore dolce o piccante e più alto grado di acidità. Un’alimentazione molto yin porta dispersione, perdita di memoria, senso di separazione, ci indebolisce e disturba la capacità di vedere e valutare con chiarezza. Ci porta ad essere fragili, deboli, depressi, pigri, privi di concentrazione e distaccati dalla realtà.

Una dieta bilanciata porta nella nostra vita benessere fisico e psicoemotivo, ci rende pacifici e sereni.

Per approfondire l’argomento vi consiglio la lettura dei seguenti libri:

“Il Cibo della Gratitudine” (Terra Nuova Edizioni)

“La Grande Via” (Mondadori)

“Medicina da Mangiare” (La Grande Via) – ordinabile inviando una mail a: info@lagrandevia.it

 

Be first to comment