ESTRAZIONE DI SUCCO CONSAPEVOLE!

Scrivo questo post per darvi informazioni aggiuntive su come preparare i vostri estratti di frutta e verdura. È diventata una “moda” comprare l’estrattore ma in tanti lo prendono non conoscendo in realtà il suo uso, i suoi potenziali e gli errori da evitare!

Ad esempio, il mio amico Filippo lo ha preso e ha iniziato a buttare dentro qualsiasi cosa, facendo intrugli improponibili tanto che Chiara, sua moglie, mi ha detto disperata che erano imbevibili!!!

VI ricordate i miei precedenti post riguardo ai succhi freschi?

Vi consiglio di leggerli perché sono l’integrazione a questo post, li trovate qui:

http://www.vitalmentebio.com/2015/09/09/i-benefici-succhi-di-vegetali-freschi/

http://www.vitalmentebio.com/2016/07/02/perche-bere-succhi-freschi/

Ricapitoliamo i punti più importanti:

  • Il succo fresco, fatto da voi e subito consumato, concentra al massimo tutti i nutrienti e le vitamine;
  • È di fondamentale importanza usare verdura e frutta di provenienza biologica in quanto negli estratti non bisogna togliere la buccia (se così non fosse toglietela, mi raccomando!!);
  • I succhi possono essere pesanti da digerire: io consiglio sempre di diluirli con acqua, per il 20% circa del totale;
  • Sorseggiatelo lentamente, come fareste con buon bicchiere di vino. Non va bevuto tutto d’un sorso! Se li finite velocemente rischiate di avere crampi allo stomaco, formazione di gas addominali e sbalzi glicemici.
  • I succhi freschi andrebbero bevuti durante la giornata e non la sera. Sia i succhi crudi che gli smoothies (frullati) sono pesanti da digerire a fine giornata.
  • La sera potete optare per zuppe, vellutate, decotti e tisane. Una cena leggera e salutare è un toccasana per il nostro intestino!
  • L’errore più comune: dato che in tanti non gradiscono il sapore della verdura li fanno di sola frutta. In questo modo otterranno una bevanda ricchissima di zuccheri concentrati ad elevato assorbimento perché la fibra è stata rimossa dall’estrazione. Se usate sola frutta è molto meglio optare per un frullato! La proporzione corretta sarebbe 80% verdura, 20% frutta (meno o nulla se usate verdure zuccherine come le carote o le barbabietole). Se avete patologie legate al metabolismo degli zuccheri, gli estratti di frutta sono vivamente sconsigliati!

Vi lascio due ricette di estratti freschi:

Succo depurativo:

  • 3 coste di sedano con le foglie
  • Una manciata di spinacino novello
  • Un mazzetto di prezzemolo
  • 1 carota
  • 1 cetriolo
  • ½ lime o limone

Mettete nell’estrattore le coste di sedano con le foglie, lo spinacino, il prezzemolo (con gambi e foglie), la carota e il cetriolo pelato. Aggiungete per ultimo il lime o limone sbucciato. Allungate con acqua per il 20% e aggiungete un cucchiaino di olio di semi di lino o di canapa, ricchi di Omega 3.

Succo fresco:

  • ½ pompelmo rosa
  • 1 limone
  • 2 coste di sedano
  • ½ cetriolo
  • 1 mela rossa
  • 2 cm di zenzero
  • 1 cucchiaio di erba di grano in polvere

Sbucciate limone e pompelmo (senza togliere l’albedo, la parte bianca sotto la buccia). Mettete nell’estrattore limone, pompelmo, sedano, il cetriolo sbucciato, la mela rossa con la buccia, lo zenzero. Alla fine unite l’erba di grano, allungate del 20% con acqua fresca (potete usare anche acqua fredda da frigorifero visto il caldo estivo!) e gustate servendolo con mandorle tagliate a scaglie o tritate grossolanamente.

 

2 Comments

  • Rispondi agosto 24, 2017

    Valentina

    Utilissimo, grazie mille!

    • Rispondi agosto 31, 2017

      Claudia

      Ti ringrazio Valentina!

Leave a Reply