LATTE DI MANDORLA AUTOPRODOTTO

In tanti lo comprerete già pronto .. dolcificato o senza zucchero sappiate che non ha nulla a che vedere con quello preparato fresco in casa! Provare per credere!

Io lo adoro al “naturale” ma potete arricchirlo e dolcificarlo a vostro piacere.

È il mio ingrediente base per fare deliziosi frullati o ghiaccioli alla frutta.

Vediamo insieme come si fa?

Ingredienti:

  • 1 tazza di mandorle
  • 1 pizzico di sale
  • 3 tazze di acqua
  • 2 datteri (facoltativi)
  • 1 cucchiaio di olio di cocco (facoltativo)

Procedimento:

  • Mettete in ammollo le mandorle e aggiungete un pizzico di sale (foto 1). Lasciatele riposare coperte in frigorifero per almeno 8 ore. Io lo faccio la sera, in modo da averle pronte per la mattina successiva;
  • Trascorso questo tempo scolate le mandorle e mettetele nel frullatore (foto 2 – 3). Aggiungete 3 tazze di acqua naturale di fonte (non del rubinetto) e un pizzico di sale (facoltativo). Dovete avere un frullatore potente (Bimby o Vitamix). Frullate per 1 minuto a massima velocità (foto 4 – 5 – 6);
  • Preparate una ciotola capiente e un telo di cotone (lavato con sapone naturale, senza detersivi o ammorbidente). Versate il liquido ottenuto nel telo e poi delicatamente chiudetelo e iniziate a strizzare per filtrare il composto. In internet trovate anche dei sacchetti appositi per filtrare il latte, se lo fate spesso e lo trovate più comodo è una buona opzione (foto dalla 7 alla 15);
  • Nel telo di cotone resterà l’okara (foto 16), ottima per preparare i tartufini. Potete anche essiccarla ed ottenere farina di mandorla.
  • A questo punto avrete il vostro latte pronto. Potete gustarlo così oppure rimetterlo nel frullatore aggiungendo 2 datteri e un cucchiaio di olio di cocco. Frullate nuovamente per un minuto e godete di tanta bontà!
  • Si conserva ben chiuso in frigorifero per 2 – 3 giorni. In casa mia non è mai durato più di 1 giorno e mezzo!!!

Se avete dubbi scrivetemi pure! Buona preparazione!

 

Be first to comment